Come muoversi e spostarsi a Bangkok: metro, tuk tuk, Sky Train, taxi

Nonostante le dimensioni e il traffico spesso sostenuto, spostarsi a Bangkok non è l’incubo di cui tutti parlano: grazie a una serie diversissima di mezzi (su ruote, su acqua e su rotaie) potreste scegliere la soluzione che si adatta meglio alle vostre esigenze e alle vostre tasche.
Come prendere il taxi a Bangkok? Conviene spostarsi con i tuk-tuk? Perché lo Sky Train è cosi caro?

A Bangkok i mezzi di trasporto sono decisamente vari e comodi, spostarsi in città non è difficile ed è abbastanza economico. L’unico vero problema è il traffico delle ore di punta che può essere decisamente limitante, soprattutto se ci si muove su strada.

Ecco un elenco dei mezzi di trasporto che potrete sfruttare per esplorare Bangkok

  • Tuk Tuk o Songtaew
  • Taxi
  • Moto Taxi
  • BTS
  • MRT
  • Autobus
  • Chao Phraya River Express Boat
  • Tuk Tuk o Songtaew

Lista degli argomenti

Spostarsi in tuk tuk a Bangkok

Bangkok è una delle poche città asiatiche dove è consigliabile prendere il taxi anziché il tuk tuk. Infatti il tuk tuk (una sorta di ape car bardata a festa e super colorata che trasporta passeggeri sul retro) è molto amato dai turisti nelle zone del centro e i guidatori spesso quindi ricaricano in modo inverosimile i prezzi. Ovviamente questo mezzo non è dotato di tassametro e il prezzo richiesto spesso è superiore a quello che vi proporrebbe un taxi.
Inoltre rimanere bloccati nel traffico su un tuk tuk vuol dire respirare tanto smog e non è una bella esperienza. Se volete prendere comunque il tuk tuk fatelo nei tratti brevi e contrattate prima il prezzo (siate chiari se a persona o totale): per un tratto di 2 o 3 km non dovete pagare più di 20 Baht a testa. Ovvimente evitatelo mezzo negli orari di traffico intenso e per muovervi nelle arterie principali (potete controllare la situazione su Google Maps), in generale parliamo della fascia oraria tra le 7 e le 9 del mattino e dalle 17:30 alle 20:30.

Usare il taxi a Bangkok

Utilizzare il taxi a Bangkok è molto raccomandato (anche per arrivare dall’aeroporto al centro città): solitamente i taxisti anche se non parlano inglese comprenderanno le vostre richieste (soprattutto per le mete turistiche). Quando il traffico non è sostenuto i prezzi sono piuttosto economici, ma ovviamente restare bloccati nelle ore di punta può essere una fregatura.
In ogni caso se non fate una tratta della quale conoscete il prezzo vi consigliamo di non contrattare il pagamento, ma di chiedere subito al taxista di accendere il tassametro (attenzione perché molti autisti non lo fanno).
La tariffa taxi di Bangkok parte da 35 Baht e rimane invariata per i primi due chilometri poi aumenta di 5 Baht al km; in questo sito potrete vedere un sunto del taxi rate di Bangkok.

Alcune tratte hanno sovrapprezzi come il pagamento dell’autostrada o l’ingresso in aeroporto. Da veri italiani non ci piace dare mance in linea di massima, ma se il guidatore è stato di nostro gradimento spesso lasciamo un extra. Quello del taxista è un lavoro molto duro e poco remunerativo, una mancia spesso ci è sembrata consona per chi ci ha guidato strenuamente fuori dal traffico di Bangkok senza scomporsi.
L’alternativa migliore ai taxi è OLA (www.olacabs.com), un’app che in Thailandia (e non solo) ha sostituito Uber: è più sicura, non prenderete fregature ed è più economica.
Evitate i taxi abusivi, come la peste.

Prendere il Moto Taxi a Bangkok

Uno dei modi più veloci ed economici per spostarsi in città anche durante le ore di punta è il Moto Taxi. Riconoscerete questi mezzi radunati a gruppi agli angoli delle strade o vicino alle zone commerciali, i conducenti indossano gilet arancioni o gialli numerati. Le tariffe per una tratta ridotta partono da 10 baht e variano a seconda della distanza. È molto importante negoziare il prezzo prima di partire per evitare di dover pagare il sovrapprezzo del turista, attenzione anche a indossare sempre il casco in viaggio: molti guidatori sono decisamente spericolati.

Spostarsi con lo Sky Train (BTS) a Bangkok

Bangkok è attraversata dallo Sky Train, un treno sopraelevato nuovo di pacca. Muoversi con lo Sky Train ha parecchi vantaggi: l’ambiente è molto moderno e pulito, raramente è super affollato; è una soluzione ottimale per evitare il traffico. I contro sono il prezzo (non è troppo economico) e il fatto che le fermate sono decisamente poco capillari. Lo Sky Train è attivo dalle 06:30 a mezzanotte.

Ci sono 2 linee BTS: la Silom Line che attraversa la città da ovest a sud, coprendo fermate importanti come l’area di Siam, Bang Wa, Thonburi e la Sukhumvit Line che va da nord della città a est. C’è interscambio alla stazione di Siam tra le due linee BTS, e tra BTS e MRT alle fermate Sala Daeng Station e Asok..
Quanto costa un biglietto dello Sky Train a Bangkok? Le tariffe partono da 15 Baht per una fermata. Per risparmiare tempo vengono utilizzate delle carte prepagate (le Rabbit Card) invece di acquistare ogni volta il biglietto. La Rabbit Card costa 200 Baht (50 per deposito, altri 50 di spesa per la card e 100 come credito).
Se prevedete di usare molto lo Sky Train invece potrete optare per l’One-Day Pass che costa 120 Baht e consente corse giornaliere illimitate. Ci sono anche altri tipi di pass che permettono di risparmiare abbastanza, come i 30-Day Pass: per 15 corse, una media di 30 Baht per viaggio con distanza illimitata, costa 450 Baht; per 25 corse, una media di 28 Baht per viaggio, distanza illimitata, costa 700 Baht; per 40 corse, una media di 26 Baht per viaggio, distanza illimitata, costa 1,040 Baht; per 50 corse, una media di 25 Baht per viaggio, distanza illimitata, costa 1,250 Baht.
Se prevedete di percorrere tratte lunghe e rimanete un po’ in città scegliere un abbonamento può essere un bel risparmio.

A questo sito troverete la mappa dello Sky Train di Bangkok.

La Metropolitana (MRT) di Bangkok

La metropolitana di Bangkok, meglio nota come MRT, è un po’ meno elegante dello Sky Train e offre una vista meno interessante della città (visto che è prevalentemente sotterranea) ma è un po’ più economica e offre collegamenti interessanti, con treni attivi dalle ore 6 a mezzanotte. Ci sono due linee: la Blue Line che collega la stazione di Tao Poon, situata nel distretto nord-occidentale, a Hua Lamphong (la stazione ferroviaria principale di Bangkok che si trova in centro); la Purple Line che collega la stazione di Tao Poon, nel distretto di Bang Sue, a quella di Khlong Bang Phai, che si trova nella città di Nonthaburi.

Le fermate di particolare interesse turistico toccate dalla MRT sono diverse, per esempio Kampaengphet (per il Chatuchak Market), Sukhumvit, Silom (mercato notturno di Pat Pong e parco Lumpini) e Hua Lamphong (Chinatown e stazione centrale dei treni). La stazione di Petchaburi si trova vicinissima alla stazione di interscambio Makkasan del Rail Link, il treno espresso per l’aeroporto Suvarnabhumi.

Quanto costa un biglietto del bus a Bangkok? La corsa minima costa 15 Baht ma poi i prezzi calano accumulando fermate e in sostanza il prezzo in base ai chilometri fatti è sempre minore di quello del BTS.
Esistono anche carte ricaricabili: con 180 Baht avrete 100 Baht di credito, 50 Baht di deposito e 30 Baht di spese di emissione.

Oppure potete optare per carte abbonamento della metropolitana rilasciate dalle biglietterie: One Day Pass con viaggi illimitati per un giorno intero, costa 120 Baht; 3-Day Pass con viaggi illimitati per 3 giorni consecutivi, al costo di 230 Baht; 30-Day Pass con viaggi illimitati per 30 giorni consecutivi, al costo di 1,400 Baht.

A questo sito troverete la mappa della metropolitana di Bangkok.

Visitare Bangkok in autobus

La rete di autobus pubblici di Bangkok è piuttosto efficiente ed economica, può portarti in qualsiasi parte del centro e nei sobborghi cittadini. Il modo più semplice capire quale autobus prendere è utilizzare l’app Google Maps poiché funziona abbastanza bene con il sistema di trasporto pubblico della città.
Alle fermate i nomi delle strade toccate dal bus e le fermate sono scritte anche in inglese e sono solitamente abbastanza chiarificanti. Gli orari indicati sono purtroppo inaffidabili a causa del traffico ma le corse sono solitamente molto frequenti; troverete bus nuovi con aria condizionata (gestione privata) o grandi bus decadenti e privi di ogni comfort: anche a seconda del mezzo il prezzo cambierà.

Quanto costa un biglietto del bus a Bangkok? In generale spenderete per percorsi cittadini tra i 9 e i 10 Baht, la notte i prezzi si alzano di poco. Il problema principale dei bus, oltre al traffico, è che sono spesso superaffollati.

Il Chao Phraya River Express Boat

Bangkok ha un servizio di trasporto battelli molto comodo per spostarsi nel centro cittadino navigando il Chao Phraya, il fiume che attraversa la città. Il servizio di Chao Phraya River Express Boat copre ben 21 km ed è conveniente per raggiungere molte mete turistiche interessanti (Pier Rachawong per Chinatown, Tha Tien per il tempio Wat Pho, Tha Chang per la zona del Grand Palace…).
Lungo il fiume troverete diversi moli di attracco e diverse compagnie di battelli che percorrono il fiume; ci sono due tipologie di imbarcazioni, quelle turistiche e quelle pubbliche. Le prime sono molto più costose e permettono un servizio tipo “Hop on Hop Off”, ovvero acquistare un biglietto giornaliero e scendere e risalire quante volte si vuole. Le seconde invece hanno prezzi che partono dai 15 bath e consentono di attraversare la città evitando il traffico e facendo un’esperienza davvero locale. Come prendere un battello a Bangkok? Vi basterà arrivare al pier (molo) di partenza e da li verrete smistati in base alla vostra destinazione dagli addetti.
Per leggere il nostro approfondimento clicca qui.

Per approfondire