Dove dormire a Bangkok: come e quale quartiere scegliere

Cosa non manca di certo nella metropoli? Cibo e alloggi. Di lusso, economici, stravaganti, per famiglie o per giovanissimi, a Bangkok troverete un’offerta infinita di alberghi, ostelli e resort.
Ma quali sono le zone e i quartieri migliori dove pernottare? La risposta non è univoca e deve essere ricercata nel tipo di viaggio che state cercando.

Scegliere la zona migliore, anzi perfetta, dove alloggiare a Bangkok non è facile. Oltre alle dimensioni effettive della città, che è davvero enorme, c’è da considerare che le turisticamente interessanti sono sparpagliate per il territorio della capitale e molte delle aree urbane del centro hanno caratteristiche molto differenti l’una dall’altra.

Lista degli argomenti

Città moderna o super tradizionale?

Bangkok è una città dalle atmosfere incredibilmente variegate: ci si può perdere nei vicoli tra le case basse in stile thai, lasciarsi conquistare dai ristorantini casalinghi a gestione familiare oppure salire all’ultimo piano di un grattacielo scintillante e guardare il tramonto sorseggiando un cocktail sui divanetti di un roof top bar.
A seconda delle vostre aspettative, della voglia che avete di spostarvi con i mezzi pubblici o semplicemente in base al vostro istinto, potrete scegliere di pernottare (e vivere) in una Bangkok diversa.

Ecco una serie di consigli per orientarvi sulla scelta dei quartiere dove soggiornare durante il vostro viaggio a Bangkok, ma prima ancora qualche consiglio per chiarirvi un po’ le idee sulla città.

Un surplus di offerte di alloggio

Bangkok ha una sovrabbondanza di alloggi a buon prezzo e di buon valore, ce n’è un po’ per tutti i gusti e sappiate che dall’hotel di lusso al piccolo ostello per backpackers, la qualità è sopra la media rispetto ad altre città del Sud-est asiatico.
La capitale thailandese è una di quelle metropoli internazionali dove gli alloggi a buon prezzo non mancano. Ma oltre a cercare una stanza o un appartamento con le giuste caratteristiche per voi dovrete anche valutare le particolarità del quartiere, la vicinanza con le attrazioni turistiche che volete visitare e l’offerta gastronomica e di intrattenimento dei dintorni. Bangkok è una meta incredibile per divertirsi e vanta locali eccellenti, interi distretti dedicati alla perdizione (e non a tutti potrebbe piacere ritrovarsi a dormire in un quartiere a luci rosse), ristoranti da sogno e anche un’offerta di street food invidiabile ed economico.

Considerate anche che ci sono quartieri molto centrali e con ottime soluzioni di alloggio che però sono sovraffollati di turisti e possono essere una buona opzione se rimanete in città pochi giorni e volete avere tutto a portata di mano ma non vi permetteranno di vedere la vera anima della città.

Valutare i mezzi di trasporto

Ricordate che Bangkok copre una superficie maggiore di 1500 km², che i mezzi pubblici più comodi come Sky Train e metropolitana hanno una capillarità limitata e che, per ogni altro spostamento, ci si deve accontentare di mezzi su strada, economici ma incredibilmente soggetti all’andamento del traffico. Il traffico di Bangkok è qualcosa di impressionante quindi se non volete perdere tempo per la strada cercate una zona che sia ben collegata con i mezzi su binario.

Centrali ma non immersi nei quartieri della night life

A Bangkok ci si può divertire parecchio, ma se dopo aver fatto le ore piccole vorrete anche concedervi una bella dormita vi sconsigliamo di dormire in un alloggio immerso in uno dei quartieri della night life. Infatti, a parte gli hotel di lusso che hanno stanze insonorizzate, in queste zone la festa va avanti tutta la notte e se ne frega se voi a una certa ora volete dormire.
Quindi o vi portate tappi per le orecchie o scegliete quartieri limitrofi a quelli del divertimento notturno, che saranno sicuramente interessanti e più sicuri da vivere di giorno e vi garantiranno sonni tranquilli. I taxi notturni non hanno prezzi esorbitanti e vi porteranno facilmente dove non potete arrivare a piedi anche nel cuore della notte.

I migliori quartieri dove alloggiare a Bangkok

Khao San Road

La meta per eccellenza dei backpacker alla prima esperienza a Bangkok è certamente questa affollata via del quartiere Banglamphu. Allettati da ostelli colorati e super economici che promettono atmosfere conviviali e garantiscono intrattenimento grazie ai numerosi locali notturni e ristorantini. In pratica però questa via è un inferno per turisti che ha poco a che fare con la Thailandia, tutto è pensato per compiacere i “farang” (ovvero gli stranieri) che poi alla fine spesso vengono trattati in modo poco genuino e raggirati appena hanno bevuto due birre di troppo. Poi la confusione durante la notte è davvero fastidiosa.
Oltre alla convenienza economica Khao San Road ha però un lato molto positivo: è davvero centrale e permette di visitare a piedi la maggior parte delle attrazioni più famose della città. Se volete vedere altre zone meno battute di Bangkok sarete però svantaggiati per la lontananza da Metro e Sky Train, i mezzi più comodi per spostarsi saranno i battelli sul Chao Praya o i bus.
In definitiva: conviene o meno alloggiare a Khao San Road? Sì, ma solo se siete giovanissimi e arrivate in Thailandia più per la sua movida che per altro.

Banglamphu

L’alternativa a Khao San Road, che permette di avere a portata di mano l’intrattenimento turistico e alloggi economici ma di qualità (dove dormire sonni tranquilli), è soggiornare in altre aree del quartiere Banglamphu, molto più tradizionale e piacevole dell’affollata via dei backpakers. È un quartiere fatto di case basse in stile Thai, con pochi alberghi di lusso ma tante non meno piacevoli sistemazioni casalinghe e ostelli di categoria solitamente un po’ superiore a quelli super cheap di Khao San (che occupa solo una piccolissima parte di Banglamphu).
Troverete ristorantini alla buona molto interessanti ma non sarete lontani dai quartieri più alla moda. La vicinanza con il fiume vi permetterà di spostarvi comodamente con i battelli (anche qui però la Metro e lo Sky train sono lontani), per il resto raggiungerete a piedi templi spettacolari come il vicinissimo Wat Saket ed in circa 20 minuti di cammino il Palazzo Reale.

Bang Rak e Silom

Se cercate il lusso, le viste mozzafiato sul Chao Praya e la possibilità di cenare ogni sera in un ristorante elegante dopo aver fatto shopping nelle boutique più esclusive allora la vostra scelta per alloggiare a Bangkok potrebbe cadere su Bang Rak. Questo quartiere centralissimo si sviluppa lungo le rive del fiume che attraversa la metropoli thailandese e vanta i migliori cocktail bar e ristoranti panoramici. Si trova a una manciata di chilometri a sud dell’area di maggior interesse turistico e, se non badate al risparmio, è un quartiere dalle mille possibilità. Se volete provare l’ebrezza di un hotel con piscina vista fiume ma siete più da alberghi low budget potete sempre viziarvi comprando un accesso alla piscina e godervi una giornata di relax con la migliore vista della città. Bang Rak è attraversata da metro e Sky Train e nella parte nord è relativamente vicino alla Stazione Centrale dei treni Hua Lamphong.

Uno dei distretti di Bang Rak, nella zona più a est, è Silom che più informale dell’area lungo il fiume, molto amata dagli expat che vivono in città. Silom vanta diversi ristoranti particolarmente rinomati, centri commerciali interessanti e soprattutto la presenza dello splendido Lumphini Park, il parco più amato dai cittadini di Bangkok.

Chinatown

Senza dubbio Chinatown è uno dei quartieri più belli, vivaci e particolari della città, nonché uno di quelli con le maggiori e migliori offerte gastronomiche del centro. Se siete appassionati di cibo e curiosi di scoprire le particolarità della cucina cinese in Thailandia questo posto vi farà impazzire. Il quartiere è molto grande e offre numerose attrattive, soprattutto grandi mercati e templi interessanti; anche a livello architettonico è tutto da esplorare, tra edifici in stile coloniale imponenti e quartieri di case basse in stile hu tong. A parte una piccola zona d’elite,
Chinatown non è un quartiere elegante, anzi ha un fascino un po’ trasandato, ma regala scorci ed esperienze genuine e sorprendenti sia di giorno che di notte (anche per chi l’ha visitata tante volte). Se siete interessati alla cultura underground di Bangkok sappiate che qui si nascondono molti locali notturni interessanti, un po’ difficili da trovare ma forse proprio per questo più culturalmente stimolanti. Subito a Nord di Chinatown si trovano il Palazzo Reale, Siam (un’area importante per lo shopping) e tantissime attrazioni turistiche; inoltre Hua Lampong, la stazione ferroviaria principale di Bangkok e la metro si trova nelle sue vicinanze.

Sukhumvit

Modernissima, internazionale e cosmopolita. L’area a est del cuore turistico di Bangkok, dove sorgono molte ambasciate, è la preferita da molti expat ed è un luogo ideale per chi cerca appartamenti di lusso o residence e hotel con spa e roof top bar. Oltre allo shopping (con tante boutique internazionali a portata di mano) qualcuno potrebbe apprezzare la possibilità di trovare locali notturni in stile internazionale, sempre pieni di stranieri. Pub all’inglese, diner americani, ristoranti italiani e bistrot francesi: se volete un tocco internazionale e vi piacciono i grattacieli amerete questo posto, altrimenti dirigetevi altrove perché qui i prezzi degli alberghi sono alti e di genuino c’è poco. Però c’è da dire che Sukumvit è ben collegata con tutta la città con Sky Train e Metro e d è vicina al graziosissimo Lumpini Park, il polmone verde di Bangkok.

Thomburi, Khlong San, Khlong Thon Sai

Lungo parte della sponda ovest del fiume Chao Praya, a sud rispetto al centro turistico della città, si trovano molti quartieri interessanti in stile tradizionale che spesso vengono poco considerati dai turisti ma che sono una buona opzione per chi vuole conoscere la vera Bangkok. Parliamo di Thomburi, Khlong San, Khlong Thon Sai. La maggior parte delle attrazioni turistiche si trovano nella sponda opposta del fiume, ma sono raggiungibili facilmente con il servizio di battelli e la presenza dello Sky Train garantisce collegamenti relativamente rapidi.
Queste zone sono interessanti per la presenza di molte aree quiete, con case basse in stile tradizionale, per la ricchezza di opzioni economiche di alloggio e la possibilità di sperimentare la cucina più tipica e popolare della città. In particolare immediatamente a sud di Thomburi si trova una zona che ospita diversi locali alla moda per giovani, centri artistici e l’imperdibile Indy Market (un mercato notturno molto vivace dove si mangia benissimo).

Per approfondire