Khao San Road, via più controversa a Bangkok: cosa fare, vedere, dormire

Khao San Road è il rifugio di tutti i backpacker che arrivano per la prima volta nella capitale thailandese. Come tutte le cose ha pregi e difetti e prima di prendere una posizione a priori sull’opportunità di passarci qualche giorno è bene conoscerla a fondo. Poi potrete fare la vostra scelta: Khao San Road a Bangkok, sì o no?

Khao San Road è una delle vie più conosciute e turistiche di Bangkok. Letteralmente “la strada del riso macinato”, fin dall’antichità questa breve ma vitale arteria cittadina (la sua lunghezza totale è di soli 400 metri) fungeva da crocevia e da punto di sosta per i numerosi lavoratori che provenivano dalle periferie.
Grazie alla sua posizione e alle prime attività commerciali (inaugurate da un piccolo albergo e poi cresciute a macchia d’olio negli anni successivi) la via è cresciuta fino a diventare ciò che è oggi, ovvero una delle strade più vive della capitale thailandese e allo stesso tempo anche una delle più controverse: con i suoi locali notturni, i suoi ostelli e quella sua atmosfera giovanile si è ormai guadagnata la fama di mecca dei viaggiatori zaino in spalla, un luogo ideale per i turisti in cerca di mero divertimento fine a sé stesso, ben lontano dalle sfumature più affascinanti e spirituali della Thailandia.

Lista degli argomenti

Tutto ciò che c’è da sapere su Khao San Road

Una delle maggiori attrazioni di Khao San Road risiede infatti nella quantità di negozi e di attività più o meno lecite presenti più o meno su tutta la lunghezza della strada: ce n’è davvero per tutti i gusti, dalle bancarelle che vendono magliette per turisti al negoziante di carabattole usate, passando per i rivenditori di materiale pirata (principalmente film in dvd e cd musicali) fino ad arrivare a documenti falsi e ad oggetti dalla provenienza più che dubbia; un vero e proprio buco nero che però, con un po’ di attenzione, può anche riservare qualche sorpresa al viandante più accorto, permettendogli di rimediare magari qualche buon libro usato o della pur sempre comoda attrezzatura da viaggio.
Khao San Road rimane comunque un piccolo mondo a sé, nel quale è facile perdersi, complice anche la presenza di innumerevoli locali in grado di offrire ogni sorta di bevanda alcolica, ovviamente a prezzi da turista. Siete quasi al verde? Niente paura: è pur sempre possibile entrare in un Seven Eleven (la nota catena di minimarket aperti 24 ore al giorno, 7 giorni su 7) e procurarsi una birra per pochi euro.

Locali più popolari e caratteristici di Khao San Road

Ce ne sono così tanti che è difficile fare una selezione, pertanto abbiamo deciso di segnalarne solo un paio fra i più quotati e popolari: uno dei più frequentati è senz’altro il Brick Bar, situato presso la Buddy Shopping Plaza e contraddistinto dai caratteristici mattoni rossi che ne ricoprono l’interno e che gli danno il nome. L’ingresso nei week-end costa intorno agli 8,5 euro (negli infrasettimanali invece si entra gratuitamente) e il divertimento è garantito, grazie alla musica dal vivo e alla possibilità, durante le esibizioni delle band, di salire sui tavoli per ballare e scatenarsi. Il Brick Bar non è certo il più economico dei locali e potrebbe anche sembrare una piccola trappola per turisti, ma in realtà sono molti i giovani del luogo che lo frequentano abitualmente.
Chi invece è alla ricerca di qualcosa di meno sofisticato e magari un po’ più suggestivo, probabilmente non rimarrà deluso dal Roof Bar, situato al civico numero 183: il locale in sé non è visibile dalla strada e se non fosse per i cartelli che indicano verso l’alto probabilmente non lo si noterebbe nemmeno. Il bar è infatti situato al terzo piano di un edificio, quasi in cima, e una volta saliti ci si può affacciare alla balconata per osservare la vita che brulica sulla strada sottostante mentre si sorseggia il proprio drink. La musica dal vivo non manca mai fino a tarda sera e la bella atmosfera generale non fa rimpiangere dei prezzi forse un po’ alti per la media thailandese (come però accade nella gran parte dei locali affollati dai turisti).
Una menzione extra, infine, spetta di diritto al Jazz Happens, situato a una manciata di passi dalla zona (per la precisione al 58 di Phra Athit Road, davvero a pochi minuti di camminata): questo particolare bar, aperto solo dalle 18 fino a mezzanotte, si distingue – come suggerisce il nome – per ospitare quotidianamente esibizioni dal vivo di giovani studenti di musica jazz locali, in collaborazione con la Silpakorn University’s Faculty of Jazz. Nessuno spazio per le solite discutibili e banali cover band di famosi gruppi rock occidentali, quindi, in quella che è una vera e propria rinfrescante oasi di raffinatezza musicale: motivo per cui, nonostante le dimensioni ristrette del locale e la vicinanza con i club più alla moda di Khao San Road, molti giovani thailandesi vi si recano spesso e volentieri.

Dove alloggiare per la notte a Khao San Road?

Se arrivate per la prima volta a Bangkok probabilmente non saprete dove dormire e in molti vi consiglieranno di optare per questa via.
Ma quali sono gli hotel migliori dove alloggiare a Khao San Road Difficile stilare una classifica dei migliori ostelli, in quanto si tratta di una zona davvero centrale e pertanto perennemente affollata di persone alla ricerca di un posto dove dormire. Ma proprio per questo è cruciale cercare di evitare le trappole per i turisti e gli ostelli più sfarzosi, quantomeno per evitare esborsi eccessivi: una delle soluzioni più economiche, se non si è particolarmente esigenti, rimane il Charoendee Boutique Hostel situato al civico numero 189 di Khao San Road; non è il massimo del lusso e della pulizia, e potrebbe addirittura capitare di relazionarsi con un membro dello staff che non parla in inglese… ma un viaggiatore solitario se la può tranquillamente cavare con una cifra che si aggira attorno agli 8 euro a notte, davvero poco considerato che ci si trova nel bel mezzo di una delle strade più popolate dell’intera Bangkok.
D’altro canto, con una spesa che va dai 25 ai 57 euro si può comunque alloggiare in piena Khao San Road e per la precisione al civico numero 1: è qui che sorge infatti il Dang Derm Hotel, un raffinato tre stelle arredato con mobilia dal tipico design thailandese e nel quale si viene accolti da uno staff vestito in abiti tradizionali. Quale che sia la soluzione scelta, l’unica certezza è che le camere d’albergo in Khao San Road hanno tutte lo stesso grande difetto in comune: l’eccessiva vitalità della zona rende le notti davvero rumorose e chiunque avesse il sonno leggero farebbe bene a prendere in seria considerazione l’idea di trascorrere la notte in un ostello o in un hotel a più di qualche isolato di distanza.

Dove mangiare a Khao San Road

Come sarebbe lecito aspettarsi, a Khao San Road si trova cibo per tutti i gusti, dalla piccola realtà di strada fino ad arrivare al grande ristorante stellato. L’ideale, come sempre quando si viaggia, è riuscire a trovare la via di mezzo fra la qualità e una giusta dose di tradizione (ecco il nostro articolo per saperne di più sulla cucina thailandese), sempre cercando di non spendere una fortuna: un buon compromesso lo si può trovare da Tom Yum Kung, al 18 di Khao San Road. Il nome del locale deriva dall’omonima zuppa di gamberi, piatto tipico della Thailandia ma famoso anche nel resto del mondo: la pietanza principale è ottima ma si può mangiare anche altre prelibatezze locali (come ad esempio la zuppa Tom Kha Gai, a base di cocco) a dei prezzi piuttosto contenuti che variano dai 4 ai 15 euro a piatto. La musica jazz di sottofondo e la possibilità di sedersi all’aperto sono solo due ulteriori piacevoli aggiunte all’esperienza.
Chi non mangia carne invece sarà ben lieto di trovare a pochi passi da Khao San Road uno dei ristoranti della celebre May Kaidee, l’imprenditrice thailandese che grazie alla qualità dei suoi piatti (in gran parte rielaborazioni di ricette tipiche thai) e alle sue scuole di cucina è riuscita ad espandere la sua attività fino agli Stati Uniti, aprendo un ristorante a New York. La sede di 59 Ratchadamnoen Avenue, alle porte di Khao San Road, ha aperto nel 2007 a pochi passi da quello che fu il primissimo ristorante aperto da May Kaidee nell’ormai lontano 1988. Il locale in questione si trova al piano inferiore di un piccolo albergo, il Thai Cozy House, e offre un menù esclusivamente vegetariano a prezzi davvero incredibili (si può consumare un pasto completo con antipasto, un paio di primi e una bevanda spendendo anche meno di 10 euro). Una caratteristica più unica che rara del ristorante è quella di offire un vero e proprio mini-corso di cucina dalla durata di un giorno al costo di 35 euro. Per i viaggiatori meno smaliziati e di fretta, comunque, un’ottima soluzione è quella di affidarsi a uno dei numerosissimi venditori ambulanti di Pad Thai, il piatto thailandese per eccellenza, che si possono trovare praticamente in ogni dove lungo la strada.

Khao San Road sì o no?

In conclusione non si può certo affermare che Khao San Road sia una zona povera di attrazioni, soprattutto per chiunque abbia voglia di divertirsi e per tutti coloro che amano gli eccessi della vita notturna. Ma ad eccezione dei – comunque pochi – aspetti davvero genuini del luogo, Khao San Road è essenzialmente un grande specchietto per le allodole, una specie di esca luccicante per i turisti più giovani che potrebbero rimanere affascinati dagli aspetti più frivoli di una nazione che contempla invece una storia millenaria, ricca di ben altro fascino e cultura.

Per approfondire